Torna a Erice

Centro di Cultura Scientifica “Ettore Majorana”

Erice, borgo dal fascino artistico e dal paesaggio incantevole, è nota al mondo scientifico internazionale per il Centro di cultura scientifica “Ettore Majorana”. Grazie a ciò, infatti, Erice viene designata come “città della scienza”.

Questo gioiello di cultura e sapienza nacque grazie al Prof. Antonino Zichichi, che nel 1963 realizzò la Fondazione e il Centro di cultura scientifica “Ettore Majorana”, in onore al fisico italiano scomparso misteriosamente nel 1938.

L’“Ettore Majorana” ha trovato spazio in due Monasteri restaurati, quello di San Francesco e quello di San Domenico, e nell’antico palazzo Ventimiglia, già sede dei Vicerè in Sicilia.

La cultura scientifica si espande pertanto, attraverso la bellezza artistica della location.
Rinomato a livello mondiale per l’alta specializzazione culturale e scientifica, il Centro Scientifico, durante la guerra fredda, fu uno dei pochi luoghi d’incontro degli scienziati statunitensi e russi.

Tutt’oggi molti sono i governi regionali, nazionali e gli enti pubblici che collaborano con il centro studi, rendendo Erice meta di un turismo ricercato e di nicchia.

L’“Ettore Majorana” annovera centodiciotto Scuole postuniversitarie in materie quali: Scienza, Tecnologia, Medicina, Ambiente, Logica-Matematica, Analisi storiche e studi interdisciplinari.

Il Centro di cultura scientifica “Ettore Majorana” finanzia, inoltrela Scuola internazionale di fisica sub-nucleare, favorendo lo studio della cultura scientifica attraverso borse di studio rivolte agli studenti preparati e meritevoli.