Torna a San Vito lo Capo

Montemonaco


Nei pressi di San Vito lo Capo, si scorge un massiccio roccioso dalla particolare forma che rievoca un monaco in ginocchio con le mani giunte in preghiera. E’ il Montemonaco, alto 532 metri. Nei tempi remoti, proprio sulla cima pianeggiante, si notavano le abitazioni degli operai, di cui una buona parte, impegnati nei lavori della cava. Ed è appositamente da essa che veniva estratto un marmo molto rinomato. L’altra parte degli operai, invece, era occupata nella coltivazione della fertile terra, unica nel suo colore rosso intenso. Buone sono le condizioni per un po’ di trekking. Per gli appassionati si consiglia di aggiungere al giusto equipaggiamento, anche la fotocamera. L’escursione si presenta particolarmente sorprendente per l’inatteso panorama che si presenta agli occhi del visitatore. Raggiunta la cima si può godere di scorci sui golfi di Cofano e di Castellammare del Golfo, nonché la spiaggia sanvitese . Una curiosità: quando si sta per giungere a San Vito lo Capo, sulla destra, è leggenda non perdere lo spettacolo del Montemonaco, che per una pura coincidenza ottica, regala ai visitatori del luogo un vero e proprio “bacio” tra le pareti rocciose.